Posts contrassegnato dai tag ‘itch’

Anche se i cancelli della NAMM non si sono ancora aperti al grande pubblico, le indiscrezioni online e i primi video di presentazione dei nuovi prodotti hanno giá infiammato i forum di tutto il mondo. Si è creata un enorme attesa intorno alle regine del mercato del digital dijing, che presenteranno rispettivamente nuovi software e hardware di controller che definiranno i nuovi standard per il prossimo biennio. Era inevitabile, ed è sempre piú sotto gli occhi di tutti,..il mondo dei dj sta cambiando. Non stiamo parlando della sopravvivenza del vinile o dell’evoluzione dei cd ma della vastissima espansione delle superfici di controllo che tramite drivers proprietari o standard stanno prendendo il controllo del mercato. Quasi tutte le case produttrici di piatti e/o cdj si sono lanciate verso questo crescente trend, collaborando back to back con gli sviiluppatori di software per poter immettere sul mercato prodotti su misura che possano garantire il massimo dell’interazione relegando il computer al ruolo di libreria e strumento di calcolo. Pioneer che negli anni si è conquistata il titolo di leader mondiale nella produzione dei cdj sta per rilasciare le due superfici di controllo piú interessanti di tutto il panorama. Ovviamente il leader di mercato non poteva che stringere delle solide relazioni con le due case di punta del digital dijing: NATIVE INSTRUMENTS e RANE/SERATO. Il risultato è un controller dedicato per ognuno che merita davvero l’attenzione anche da chi, come me, ad un controller non aveva mai pensato.

SERATO ITCH:

Il controller dedicato a Serato verrà rilasciato in marzo a 1299€ (non proprio bricioline).

– DDJ-S1 è un controller a due canali dedicato esclusivamente a Serato-itch: una notizia non felice per gli Scratch user come me.

– A tutti gli effetti sembra di utilizzare un mixer e due cdj pioneer, il jog assomiglia moltissimo a quello dei cdj-400.

– I meter sono posti al centro del hardware e la “zona effetti” ricorda molto il famosissimo djm-800.

– Il laptop è situato sotto al controller! Ottimo soprattutto se dovete ottimizzare gli spazi e se vi piace avere il monitor sempre sotto controllo.

– Molto apprezzato è il led di controllo della posizione della traccia: potete sempre sapere a che punto siete della traccia direttamente dal controller..

– è davvero plug and play!

– DDJ-S1 è equipaggiato di input e output che consentono di attaccare 2 microfoni, cuffie e uscite XLR per collegarsi direttamente ad un impianto P.A.

– la circuiteria è la stessa dei mixer pioneer..una garanzia!

 

DDJ T-1

Progettato per essere compagno di categoria del controller della Native S4, il controller Pioneer per Traktor è accompagnato da software dedicato che consente il controllo di tutti e quattro i deck.  Da apprezzare particolarmente il posizionamento del controllo effetti che richiama in maniera molto intuitiva gli effetti integrati di Traktor.

A differenza dell’ S1 il T1 pecca nel feedback visivo: non ci sono VU meters per ogni traccia e nemmeno il “needle search led” per scoprire a che punto siete della traccia direttametne da controller (needle è la puntina in inglese…) niente di tragico dato che il monitor è a pochi centimetri…

–       anche il T1 è plug and play, con tutti i parametri preassegnati.

–       Il software è stato ottimizzato per l’utilizzo del controller e infatti la versione di traktor è la “Pioneer DDJ-T1 edition TRAKTOR DJ”.

–       Anche in questo caso la scheda audio è integrata nel controller  e i componenti sonno tutti discendenti dalla tecnologia Pioneer dedicata ai mixer più pregiati.

 

Il controller uscirà verso febbraio alla “modica” cifra di 1099€

 

Vi terrò aggiornati…