Posts contrassegnato dai tag ‘dropout’

Forse non tutti sanno che…anche i MacBook Pro hanno i loro piccoli problemi.

Se siete dei Digital Dj, oltre al vostro hardware , dovete prestare attenzione alle vostre porte USB!! Si avete capito bene!! Le vostre care, mai abbastanza numerose, porte USB per connettere tutta la vostra strumentazione.

Chi è in possesso di un MacBook o un MacBook Pro (13” o 15”) ne ha solamente due a disposizione. Con l’ingresso dei nuovi modelli dotati di processori i5 e i7 si è evidenziato che connettere la vostra scheda (Audio8/SL3 etc) alla porta “sbagliata” potrebbe portarvi a delle notevoli riduzioni di performance. Con l’aumentare delle prestazioni del mondo digitale, con  frequenze di campionamento sempre più alte e migliori bit depth, la velocità delle porte usb diventa ancora più significativa e, la maggior parte delle schede di alta fascia richiede il protocollo USB 2.0 come requisito minimo.

Volendo poter lavorare a delle frequenze di campionamento alte a bassa latenza la porta deve essere molto reattiva in lettura e scrittura. A volte a qualcuno sarà capitato di riscontrare l’effetto “click” o “drop-out” e spesso la maggior parte delle persone si limita ad aumentare la latenza. Come ben sappiamo aumentare troppo la latenza può portarci ad avere dei seri problemi di sync con l’audio, oltre alla perdita dell’effetto “realtime”. È comunque ovvio, e consigliato, aumentare la latenza se il computer di cui si dispone non è prestante.

Native Instruments ritiene il problema abbastanza serio da raccomandare la corretta porta USB a tutti i suoi Mac users.

Hercules indica direttamente cosa fare dalla sezione FAQ  http://ts.hercules.com/faqs/eng/her_eng_00363.pdf  che porta sia meglio usare.

Serato non entra nello specifico di quale sia la porta migliore ma vi fa presente che una porta è “buona” e l’altra è “cattiva”

http://serato.com/howtos/djing/2049/troubleshoot-usb-dropouts-audio-glitches-mac

Per una volta gli utenti PC ,dopo aver disabilitato “USB energy saver mode” e aver controllato che il loro hub interno funzioni in maniera ottimale, potranno bacchettare gli utenti Mac!

Core/Core Duo MacBooks: Chi è in possesso di Mac della vecchia generazione non è esente dal problema..lo ritrova in maniera diversa!!Le macchine con le porte da entrambi ottengono risultati migliori se si utlizzano solamente le porte alla sinistra.Chi invece avesse entrambe le porte sulla sinistra è fortemente incoraggiato ad utilizzare la così detta “porta frontale”.

Core i5 e i7 Macbook Pro: Trotterellando per il web alla ricerca di un riscontro scientifico mi sono imbattuto in Hardmac da cui ho pescato le tabelle che ora vi propongo.

Il test è stato effettuato con un disco SSD installato in un case esterno con connessione USB 2.0 e ripetuto per entrambe le porte.

L’immagine  è relativa alla porta frontale.

Quest’altra è relativa a quella posteriore

Come possiamo palesemente notare la porta posteriore ha quasi il doppio delle prestazioni sia in lettura che in scrittura rispetto a quella frontale che non riesce a superare i 15mb/s in scrittura e i 22mb/s in lettura, mentre la vostra porta “secondaria” riesce a sfruttare al massimo la connessione USB 2.0

Il motivo è spiegato dalla struttura interna del MacBook Pro. La porta frontale condivide anche: tastiera, trackpad, controller bluetooth, SD slot; mentre a quella posteriore rimangono da gestire solamente: iSight e IR. Questa configurazione penalizza fortemente la povera porta frontale e i risultati parlano chiaro.

Che fare? Se il vostro sistema ha lavorato sempre come voi desideravate, beh non c’è nulla di cui preoccuparsi. Se invece aveste riscontrato dei problemi provate a ricalibrare i vostri settaggi alla luce delle considerazioni descritte e fatemi sapere se vi ho aiutato!!